Patate che non lo fanno tirare: Kate Moss

Della serie: “Strafiga? No grazie”

Kate Moss leopardata

Kate Moss, qui un po’ intensa, un po’ Bardot, un po’ stravolta (da harpersbazaar.com click sull’icona per il link originale)

Sesso Tra Sfigati si batte per una sessualità normale e a portata di tutti, contro ogni tipo di insicurezza sul proprio aspetto fisico. Quindi è contro il concetto di “strafigo” o di “strafiga” così come ci viene propinato al giorno d’oggi. Dopo aver preso di mira Gabriel Garko, in quanto asciugatore vaginale, Sesso Tra Sfigati mette nel mirino la top model Kate Moss in quanto demolitrice di erezioni, raccogliendo il parere di un lettore:

———————

Kate Moss, adorabile Kate Moss, mi spieghi perché se al mattino mi sveglio e ce l’ho duro come il marmo, se penso a te rischio che mi passi l’erezione? Invece se penso a quella del bar sotto casa (alta 1 e 55 e normalissima) vado in bagno e in poche mosse rischio di venire?

Eppure hai quel viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi… Oddio, anche mio zio ha un viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi (se solo apparisse sulle riviste) non è questo il punto.

Tu hai quella combinazione di zigomi larghi, labbra sottili, denti piccoli, fronte spaziosa, occhi strani e sempre inespressivi. Se l’occhio vuole la sua parte, il tuo è vuoto come quello di un gabbiano che guarda il mare. Anzi, nell’occhio di un gabbiano ci si trovano molte più cose: sardine, volo, libertà, scogli, vongole.

Tu cosa lasci intravedere? Sfilate, sfilate, locali, sfilate, stilisti, noia, stravizi, shooting fotografici, yacht, sfilate, sfilate, sesso malato, Vogue, alcol. Malessere interiore, sfilate, Cosmopolitan, yacht, yacht, sfilate. Alla fine è tutto un po’ troppo noioso per avere un tiramento.

Kate Moss, sembri sempre un po’ fatta, un po’ persa in qualche mondo tutto tuo, mondo in cui riesce a entrarci qualche volta solo un Johnny Deep (ma senza capirci una sega neanche lui).

Il pene se viene guardato con l’occhio del gabbiano si ritira nel profondo delle mutande. L’idea di ricevere sesso orale da te non è eccitante (per carità, una fellatio in entrata è sempre bene accetta). Però tu lo guarderesti come guardi il microfono di chi ti intervista su un red carpet, con la faccia di chi vorrebbe essere da un’altra parte.

Simpatia e calore sono a livelli  un po’ bassi. Ci sono commesse, imprenditrici, cassiere, programmatrici, donne che puoi incontrare tutti i giorni, che ti battono 10 a zero in femminilità. Donne solari, piene di vitalità, di energia. Cui (con rispetto parlando) glielo sbatteresti dentro alla grande.

Però Kate Moss il tuo fascino è tutto lì. Nel mistero che intriga. La famosa lavagna vuota in cui ognuno scrive ciò che vuole. Uno può vederti un po’ acerba, un po’ selvatica, un po’ perversa. Sei il piatto gourmet pieno di cose che non si mangiano e che sono decorative. Così uno si butta sulle lasagne (le fighe vere).

Ogni tanto fai vedere il culo, che non è davvero male. Ma è di sfuggita: oggi ti faccio vedere il sedere, ma poi per 20 servizi fotografici di fila sarò vestita e ti guarderò con l’aria da cerbiatta scontrosa.  20 cerbiatte scontrose per ogni culo. Come se dovessi farti perdonare il culo.

Il lato b è bello quando viene mostrato gioiosamente come a dire: “Guarda qua che bel sedere!” Allora sì che scatta il “tiramento”. Allora sì che l’ormone viaggia in tutto il corpo, rimbalza in tutti i pori e si posiziona tra le gambe sotto forma di durezza.

La stessa cosa succede con le tette: non sono niente male. Però sembra che le hai indossate uscendo di casa perché le hai trovate nell’armadio (ho i capezzoli di Versace, so nice!). In altre tette, anche meno belle, uno si tufferebbe perché la proprietaria è come se le portasse con gioia.

Eccitarsi è una questione che deve rimanere semplice e con te il tiramento è una questione troppo complicata, cara e bellissima (e misteriosa e affascinante) Kate Moss.

STS

Consiglio: dopo aver letto questo post puoi fare alcune semplici azioni:

  • Iscriverti al blog tramite il modulo  nella barra laterale, così riceverai tutte le notifiche di nuovi articoli.
  • Seguire la pagina Facebook di Sesso Tra Sfigati.
  • Navigare il sito e leggere gli altri post (nella barra laterale “Categorie” e “Articoli recenti”)
  • Seguire il profilo Instagram Sesso Tra Sfigati VS Estetica, dove non occorre essere strafighi per essere attraenti.
  • Se hai vissuto esperienze di Sesso Tra Sfigati e vorresti renderle pubbliche scrivici.

Condividi il post tramite i bottoni social:

2 commenti

  • lorenza

    Eccoci qua ! Finalmente il maschile si rivela. Il maschile è complesso e multisfaccettato quanto il femminile e per muovere davvero l’anima uomo non basta calarsi le mutande signore mie ! Kate Moss è l’archetipo della donna estetica, ma asettica e riesco a capire che il vostro pipparuolo si ritiri in meditazione. Se posso proporre un’antitesi oserei Anna Magnani, femmina in ogni cellula. Era una donna segnata e segnante, era una sciattona con i suoi golfini bucati e quei capelli mai quieti, quando la vedi ti immagini perfino il suo odore e secondo me ha causato erezioni planetarie. Allora lasciamoli perdere questi stereotipi del cazzo ! Siamo umani e basta, percepiamoci, sentiamoci, annusiamoci, amiamoci. Bacio neh !

    • Sesso Tra Sfigati

      Per combattere le insicurezze sull’aspetto fisico, bisogna tornare alla semplicità. Il pipparuolo è meno grezzo di quel che si immagini, però ha bisogno di cose raggiungibili, da trovare nella vita di tutti i giorni. Anna Magnani? Gran donna! 😉 STS

Lasca un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.