il Romeo’s Shaming che cos’è?

Seno meme

Molestie reali o materiale per il Romeo’s Shaming?

Il Romeo’s Shaming (che potremmo tradurre con “Svergognare Romeo”) è quella pratica di mettere alla berlina i messaggi di corteggiamento ricevuti in privato, pubblicando lo screenshot sui social network, magari col nome oscurato.

In quali casi si può parlare di “Romeo’s Shaming”? Allora… occorre precisare bene e distinguere due categorie:

  1. Molestatori, maschilisti, aggressivi, violenti.
  2. Morti di figa.

Nel primo caso c’è tutta la condanna possibile, nel secondo caso si tratta di persone svantaggiate, perdenti (losers),  che spesso sono piene di desiderio, ma con un modo di fare goffo verso il corteggiamento. Sono i proletari della sessualità,

Questo, ricostruito artificialmente, è un esempio di cosa sia il Romeo’s Shaming

Condannare il Romeo’s Shaming significa giustificare le molestie sessuali? Niente affatto. E’ fondamentale distinguere i violenti dai perdenti, proprio per rendere efficace la lotta alle molestie sessuali e al maschilismo.

Ricevere apprezzamenti non voluti può essere spiacevole, ma dipende da chi te li fa, come e per quale motivo. Mettere alla berlina un perdente significa tirare una sassata a chi è già debole. 

A parte la scorrettezza di pubblicare un messaggio ricevuto in privato (seppur col nome oscurato), ci si chiede quale sia l’utilità di tutto ciò, se non buttarla in farsa e mettere nello stesso frullatore violenza e ciò che con la violenza non c’entra nulla.

Il Romeo’s Shaming può essere provocato artificialmente? Non esageriamo. Però anche qui bisogna fare alcune precisazioni: chi ha un’immagine social improntata su un forte presenza sexy sa bene (o dovrebbe sapere bene) che una parte dei suoi follower sono morti di figa o losers.

I losers produrranno in misura maggiore o minore commenti e messaggi sopra le righe. Usare una parte dei propri follower come se fossero zimbelli è sbagliato, è come se la Barilla prendesse di mira quelli che scuociono la pasta.

Si può fare un esempio di Romeo’s Shaming con la influencer Maria Yagoda  (qui tutti gli articoli su Vice Italia) leggendo un suo post: “I messaggi bizzarri e arrapati che ricevo scrivendo di sesso su internet“. Maria Yagoda è assai carina e scrive di sesso  con titoli del calibro di “Uomini etero, per favore imparate a usare le dita”.

Nulla di sbagliato per carità. Ma se i perdenti, gli svantaggiati, gli ultimi della terra nella Valle del Due di Picche sono così fastidiosi, allora andrebbero bannati. Altrimenti si può pensare che facciano comodo in quanto numeri e in secondo luogo come zimbelli da randellare ogni tanto.

Combattiamo comunque il Romeo’s Shaming . E’ una battaglia di civiltà (Sesso Tra Sfigati).

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

La pagina Instagram Sesso tra sfigati vs estetica propone una bellezza alternativa e basata sui piccoli dettagli:

Condividi questo articolo tramite i bottoni social e leggi gli articoli correlati:

 

Lasca un commento