Estetica del piede: cose che non devono succedere!

Non usiamo il dettaglio del piede in maniera discriminatoria

CASO “PIEDE” NUMERO 1: l’amica racconta di aver iniziato una storia con un ragazzo. La prima volta che gli ha visto i piedi, trovandoli brutti, l’ha lasciato con una scusa (probabilmente lui è ancora lì a chiedersi il perché).

CASO “PIEDE” NUMERO 2: il giornalista e blogger stronzo e tuttologo, stronca il piede di una bellissima donna sostenendo che si “spancia” sulle infradito.

Insomma, un piede considerato brutto, rovinerebbe l’intera persona, provocherebbe addirittura un rifiuto sessuale. Siamo alla follia. Sesso Tra Sfigati disapprova tutto ciò sostenendo il principio che:

Un dettaglio non deve mai rovinare l’insieme, ma l’insieme può valorizzarsi da un dettaglio.

Dai feticisti e anche dagli esteti ci si aspetta soprattutto una cosa: che si eccitino su quello che per loro è un bel piede.

In seconda battuta, in quanto amanti del piede, dovrebbero trovare del buono in ogni piede. Così come gli amanti della Lombardia vi trovano sempre qualcosa di bello, magari a Varese, Sondrio, Mantova.

 
LA VERITA’: Il piede è una parte del corpo che è sicuramente attraente e che è bella da coinvolgere nel sesso. Però dobbiamo anche ammettere che ha i suoi limiti strutturali:

  1. È macchinoso per le seghe non avendo la grande sensibilità e prensilità della mano.
  2. È poco adatto a parti sensibili come il clitoride.
  3. Non ha proprio la forma adatta a infilarsi negli orifizi vaginali e anali. 
  4. È privo di zone ricche di innervature, come lo sono per esempio i capezzoli.

Nella maggioranza delle posizioni sessuali I piedi si trovano in un ruolo di appoggio e di spinta. In questi casi sono un onesto gregario della scopata o del sesso orale, quindi scompaiono all’attenzione. Un po’ come i pilastri di un viadotto per chi va in macchina.

La sua modestia, il suo ruolo muscolare e di appoggio sono ammirevoli. Non a caso, madre natura, il piede l’ha messo distante dalle zone erogene e la natura non fa mai nulla a caso.

Allora cerchiamo di non usare il piede in funzione di discriminazione sessuale: sarebbe come non entrare nel centro di Milano o di Roma perché Quarto Oggiaro o la Magliana non ci piacciono.

STS

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Segui la Pagina Facebook Sesso Tra Sfigati.

Leggi gli articoli correlati e condividi tramite i bottoni social:

Lasca un commento