Lettera aperta sui miei difetti con tanto amore

 

amore difetti

Amore mio questa lettera ti parla con sincerità dei miei difetti

Amore mio

Ti prego di dirmi una cosa: ci sono dei miei difetti che non sopporti? … Ci sono! Lo immaginavo, nessuno è perfetto.

Adesso che si fa? Abbiamo davanti due possibilità per risolvere questo problema:
La prima è che io faccia uno sforzo per correggere tutti quelli che consideri difetti e che ti infastidiscono così tanto.

In questo caso tu avrai un ruolo passivo.

La tua capacità di affrontare le cose spiacevoli diminuiranno. Tutte le volte che ti troverai di fronte a qualcosa che ti irrita, ti aspetterai che qualcun altro la risolva, così come ho fatto io.

Ma la vita non si risolve mai da sola. Non tutti hanno la mia sensibilità.  Ti troverai così in uno stato di fortissimo disagio per ogni cosa, situazione, persona che ti dia fastidio. Diminuiranno le abilità e l’attitudine a risolvere il problema.

Alla fine starai male senza possibilità di alleviare il tuo dolore.

Perderai a mano a mano le tue capacità di affrontare i momenti difficili della vita. La tua autostima si abbasserà e ti chiuderai in te stessa, affogando tra sensi di colpa e malessere sociale, mentale e psicofisico.

Scenderai una spirale discendente nella quale avrai paura di tutto senza avere le armi per reagire.

È questo che vuoi amore?

__________

Avrai una vita lunga perché libera dallo stress, una vita serena e felice.

__________

La seconda possibilità è che io non faccia un bel niente per correggere le cose che ti danno fastidio in modo che tu te le faccia piacere a prescindere.
In questo caso avrai un ruolo totalmente attivo.

Sopportando me, senza aspettare che sia io a “risolvere” togliendoti il mio difetto da sotto al naso, ti allenerai a sopportare tutti i fastidi piccoli e grandi che la vita ti metterà sul cammino.

Sconfiggendo ogni volta un turbamento, un’irritazione, una difficoltà crescerai gradualmente in autostima.

La gente ti loderà per la tua pazienza e per la tua comprensione. Diventerai estremamente popolare.

Soprattutto raggiungerai una stabilità caratteriale ed emotiva invidiabile. Nulla ti farà paura davvero né ti turberà. Diventerai una specie di supereroe dalla forza di carattere invincibile.

Avrai una vita lunga perché libera dallo stress, una vita serena e felice.

Amore mio, ragionaci con calma. Ti ho illustrato le due possibilità: io che correggo i miei difetti, tu che te li fai piacere.

Sono stato onesto nell’esposizione, senza favorire né una soluzione né l’altra.

Scegli tu.

TI AMO

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Segui la Pagina Facebook di Sesso Tra Sfigati. Visita il profilo Instagram Sesso Tra Sfigati vs Estetica. Leggi cosa è Sesso Tra Sfigati.

Condividi questo articolo tramite i bottoni social e leggi gli articoli correlati:

 

2 commenti

  • Lorenza Figini

    Dopo aver represso la tentazione di andare in bagno a tagliarmi le vene dopo aver letto la prima parte del pezzo fortunatamente ho deciso di proseguire e questo mi ha donato una nuova, meravigliosa visuale sulla paraculaggine umana applicata alle relazioni. Penso ci possa essere lo spunto per una meravigliosa commedia all’italiana di quelle belle di una volta. Come interprete vedrei un Ugo Tognazzi giovane e faccia da culo come solo lui sapeva essere e come parte femminile ci metterei una stralunata Sandra Milo, in realtà donna acuta ed astuta, una delle più grandi serpentesse di questi due secoli. Io penso che un atto d’amore primario sia quello di amare l’altro così come lui/lei sono. Nessuno di noi riesce a farlo, ma suona davvero bene 🙂 I difetti ? Sono presunzioni dell’essere in realtà, forse quello che infastidisce è la presunzione dell’essere dell’altro più che la manifestazione esteriore del “difetto”. Firmato una cinica difettosa, dispettosa, zitellosa tritacazzi cronica, ciauuuuu…:-)
    1
    Gestire
    Mi piace · Rispondi · 15 h · Modificato

    • Sesso Tra Sfigati

      Ciao! In quanto cinica difettosa, dispettosa, zitellosa tritacazzi cronica, apprezzerai il piccolo trattato di paraculaggine sopradesctitto. Però il messaggio è riferito all’accettazione del difetto che se la imparassimo faremmo una vita più serena tutti quanti (sperando di aver azzeccato i congiuntivi). Sandra Milo: gran patata più intelligente di come ci venne dipinta!
      STS

Lasca un commento