“Ti amo” è la frase più oscena che ci sia?

Due amanti

Ti amo

In quali casi dire “Ti amo” può essere una trasgressione? Ovvio: in una storia di sesso, dove il massimo della soddisfazione fisica equivale a nessun sentimento.
In un post precedente (Incontri tra gente che non si piace) viene raccontata una situazione più diffusa di quel che si pensi: la storia di sesso con  un partner che in condizioni normali non piacerebbe, col quale scatta qualcosa che va oltre la semplice estetica.
In questo post, la medesima protagonista si concentra sulla sorpresa più grande di tutte: quando, durante il sesso, prorompe la frase più fuori luogo di tutte: “Ti amo”.

 Attenzione: questo articolo contiene descrizioni di sesso esplicito, non pornografico, ma che hanno un valore di contenuto e testimonianza.

————————————————————————————–

Ogni tanto tra noi quella frase lì viene fuori. La dico io, la dice lui (sussurrata, rauca urlata). Io veramente la penso pure. Addirittura. Non gli ho mai chiesto se venga in mente anche a lui.

“Ti amo”: sempre al culmine di qualcosa.

In un porno non succederebbe mai. Lì dicono “Oh my God! Oh yeah! Sì, sì, dai, ancora! Oh baby!”

Non così tra noi.

Al culmine di quando mi prende da dietro, quanto l’attrito  iniziale diventa un godimento travolgente. Mentre lui mi colpisce a fondo, concentrato a sbattermi con violenza crescente, mi esce fuori un:

“Ti amo, ti amo, ti amo”

Lui, quasi come a farmi il coro, non appena ha trovato il ritmo giusto, scandisce il ritmo degli affondi:

“Ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo”.

__________

Braccia sui fianchi, pube che si sporge in avanti, come in una forma di esibizionismo…

__________

Non appena mi viene dentro, finisce tutto. Non parliamo di quello che ci siamo detti. Vivo un po’ nel terrore che lui un giorno si innamori davvero. Anche se non capisco quale sia il vero amore. Forse è proprio il nostro, che vive solo di momenti.

Come detto in precedenza, lui ama particolarmente farsi urinare addosso da me. Dopo ha delle erezioni molte robuste, cosa di cui faccio fatica a non approfittarne. C’è chi usa un aiuto chimico chi la pipì, ognuno ha i suoi metodi.

Mentre succede, il mio amante prorompe nei “Ti amo” più strafatti, malati che si possano immaginare. Come una rock star che si è appena fatta un acido ma è costretta da una necessità a urlare qualcosa al suo pubblico.

__________

… una forma brutale di sincerità

__________

“Ti amo, ti amo, ti amo” penso io, presa da una sensazione incredibile di dolcezza, mentre con un piccolo scatto muscolare mi preparo a riversargli addosso un altro getto caldo. Braccia sui fianchi, pube che si sporge in avanti, come in una forma di esibizionismo.

“Ti amo, ti amo, ti amo” (somiglia a un mantra)

I nostri “Ti amo” forse sono innocenti, perché non significano nulla, anche se mentre li diciamo (finché durerà) contengono il mondo intero.

Sono una forma brutale di sincerità.

STS

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Segui la pagina Facebook di Sesso Tra Sfigati.

Il profilo Instagram SessoTraSfigati Vs Estetica propone un modello di bellezza alternativo.

Leggi come contribuire a Sesso Tra Sfigati.

Commenta questo articolo, condividi tramite i bottoni social, leggi gli articoli correlati:  

 

Lasca un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.