Le peggiori esperienze con strafighi

Sesso Tra Sfigati raccoglie anche esperienze negative di sesso con persone molto attraenti (strafighi o strafighe). Queste persone, spesso, sono afflitte da narcisismo, quindi non in grado di creare uno scambio gratificante col partner (leggi qui). Ce ne parla una lettrice. Non è dato di sapere se il racconto sia reale al 100%, però è davvero efficace. Buona lettura:

———————————————————————————————–

La persona di cui parlo è conosciuta e preferisco non dire nulla che possa identificarlo. È un figo della madonna, questo glielo riconosco. Il fatto è successo dopo una delle sue esibizioni pubbliche che fa in giro per l’Italia. Io ero presente e decisa a farmelo, ero andata lì apposta (scusate tanto). Non è stato difficile agganciarlo dopo che aveva finito di firmare autografi. Siamo finiti dietro le quinte e ho iniziato a praticargli del sesso orale. Non per vantarmi, ma gliel’ho fatto davvero bene.

__________

Giuro, davvero. Non gliene importava niente di me, del pompino, eccetera.

__________

Lui intanto gemeva. Però forse mi sarei aspettata di più. Sembrava troppo regolare, quasi tipo quando russi. Alla fine è venuto senza darmi alcun preavviso (quasi sempre i maschi ti dicono un “vengo” per farti capire che, se vuoi, puoi stare lì a bocca aperta oppure puoi scansarti). Lui manco per un tubo. Il suo prezioso liquido mi è finito un po’  sulle labbra, un po’ in faccia, un po’ sulla camicetta.

Lui si è tirato su le mutande e i pantaloni in fretta e ha detto una cosa che mi ha gelata: “Ti è piaciuto?”

A parte che avrei dovuto dirlo io. La fatica era stata tutta mia, il piacere tutto suo. Ma poi ho notato una cosa assurda: non aspettava minimamente la mia risposta. La domanda l’aveva fatta a se stesso!!! “Ti è piaciuto?” Giuro, davvero. Non gliene importava niente di me, del pompino, eccetera.

Stava intervistando se stesso.

Sono andata via in fretta senza salutarlo. “Ehi, ciao” mi ha detto distrattamente (forse era nel pieno dell’autointervista). A casa mi sono messa a lungo sotto la doccia sfregando come una pazza, mi sono lavata i denti, ho fatto degli sciacqui furiosi con collutorio.

È stata un’esperienza surreale.

“Ti è piaciuto?” ma vaffanculo!

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

————————————————————————————————–

Segui la pagina Facebook di Sesso Tra Sfigati.

Il profilo Instagram SessoTraSfigati Vs Estetica propone un modello di bellezza alternativo.

Leggi come contribuire a Sesso Tra Sfigati.

Commenta questo articolo, condividi tramite i bottoni social, leggi gli articoli correlati:  

 

Le peggiori esperienze con strafighe

 

Problemi con strafighe: cosa avrà voluto dire ammiccando così? Soprattutto perché?

Raccogliamo un’esperienza negativa sui rapporti con Strafighe cioè con donne molto belle fisicamente, considerate di qualità superiore. Racconteremo in seguito anche la parte maschile, cioè i problemi gravissimi con gli strafighi. Secondo Sesso Tra Sfigati queste persone sono afflitte da narcisismo cronico, quindi non in grado di creare uno scambio gratificante col prossimo (come raccontato qui). 

———————————————————————————

I ricordi peggiori con strafighe mi vengono pensando a una certa Letizia, che di letizia (come stato d’animo) me ne ha portata poca. Ogni tanto capitava nel giro di persone che frequento d’estate. Un metro e 70 di patata, maggiorata naturale, occhi verdi, pelle fantastica, roba da Playboy quando la rivista era al top e metteva queste super patate nel paginone centrale.

Sorpresa, è anche simpatica, non se la tira, si interessa a me. Ogni volta che ricapita dalle mie parti si ricorda di quello che le ho detto, mi fa domande, vuol dire che mi ha ascoltato ed è sempre molto empatica, eccetera. Rimaniamo qualche volta a parlare da soli per un 10 minuti. Logico che l’ormone mi schizzi a mille, che la desideri.

Così una volta mi confida che si è appena lasciata. Accenna con tristezza al fatto che è sola, che il tipo l’aveva tradita, che con lui si annoiava pure, che non ricorda un momento felice. La ascolto a bocca aperta e mutande riscaldate. Soprattutto quando mi dice: “Tu sei un grande, tu sai capire, tu sai ascoltare” e mi butta lì “Usciamo qualche volta, ci divertiamo e dimentichiamo le cose brutte della vita”. Continua a leggere

Francesca Cipriani vista da una 50enne incazzata

Francesca Cipriani

Francesca Cipriani (da: sologossip.com click sull’icona per l’immagine originale)

Lorenza Figini, autrice del fortunato Strafighi che te la fanno asciugare: Gabriel Garko questa volta ci delizia (nel suo stile sarcastico e senza vergogna) con alcune considerazioni nate guardando Francesca Cipriani, personaggio televisivo e modello hot troppo basato sulla chirurgia estetica, quindi non apprezzato da Sesso Tra Sfigati. Buona lettura (attenzione al finale).

—————–

Appartengo a quella generazione di donne che hanno marciato senza trucco e senza inganno per rivendicare diritti che solo 40 anni fa erano negati alle vaginomunite del nostro bel paese: sanità, divorzio, stato di famiglia.

Che ci crediate o meno esisteva ancora una cosa chiamata “delitto d’onore” e se venivi stuprata ti dicevano pure che se le gambe le avevi aperte eri consenziente. Ci siamo prese di tutto, legnate, sputi ed insulti (molto fantasiosi a dire il vero, l’ego maschile è un pianeta molto vasto).

Adesso siamo vecchie, menopausate, siamo troppo grasse o troppo magre, siamo rugose e non usiamo le cremine da 80 euro e quando entriamo in un ascensore non ci preoccupiamo delle eventuali goccine di urina perse. Lavatevi voi, maschi dal sudore estivo puteolente e con l’alito da discarica a ferragosto.

Continua a leggere

Patate che non lo fanno tirare: Kate Moss

Della serie: “Strafiga? No grazie”

Kate Moss leopardata

Kate Moss, qui un po’ intensa, un po’ Bardot, un po’ stravolta (da harpersbazaar.com click sull’icona per il link originale)

Sesso Tra Sfigati si batte per una sessualità normale e a portata di tutti, contro ogni tipo di insicurezza sul proprio aspetto fisico. Quindi è contro il concetto di “strafigo” o di “strafiga” così come ci viene propinato al giorno d’oggi. Dopo aver preso di mira Gabriel Garko, in quanto asciugatore vaginale, Sesso Tra Sfigati mette nel mirino la top model Kate Moss in quanto demolitrice di erezioni, raccogliendo il parere di un lettore:

———————

Kate Moss, adorabile Kate Moss, mi spieghi perché se al mattino mi sveglio e ce l’ho duro come il marmo, se penso a te rischio che mi passi l’erezione? Invece se penso a quella del bar sotto casa (alta 1 e 55 e normalissima) vado in bagno e in poche mosse rischio di venire?

Eppure hai quel viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi… Oddio, anche mio zio ha un viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi (se solo apparisse sulle riviste) non è questo il punto.

Tu hai quella combinazione di zigomi larghi, labbra sottili, denti piccoli, fronte spaziosa, occhi strani e sempre inespressivi. Se l’occhio vuole la sua parte, il tuo è vuoto come quello di un gabbiano che guarda il mare. Anzi, nell’occhio di un gabbiano ci si trovano molte più cose: sardine, volo, libertà, scogli, vongole.

Tu cosa lasci intravedere? Sfilate, sfilate, locali, sfilate, stilisti, noia, stravizi, shooting fotografici, yacht, sfilate, sfilate, sesso malato, Vogue, alcol. Malessere interiore, sfilate, Cosmopolitan, yacht, yacht, sfilate. Alla fine è tutto un po’ troppo noioso per avere un tiramento. Continua a leggere

La Bella e la Bestia (quale farsi tra le due?)

la Bella e la Bestia

La Bella o la Bestia? Quale farsi? Potrebbe essere stata scelta la B…

La Bella e la Bestia? Un lettore che mantiene l’anonimato, ci racconta di quando si è trovato a dover puntare o sulla bella (la “strafiga”) o sulla bestia (la “inattraente”). Sesso Tra Sfigati è contrario alla discriminazione fisica, ed è per una sessualità raggiungibile e adatta a tutti, quindi fa un tifo accanito per la bestia. Vediamo com’è andata a finire…

(Attenzione, questo articolo può contenere descrizioni di sesso esplicito, ma sempre improntate a una sessualità positiva e non pornografica)

SCENDO GIU’ AL BAR… e vedo un’amica che non vedevo da tempo. E’ seduta con un’altra ragazza, sexy già a vederla da lontano. La mia amica è una che molti definirebbero “inchiavabile”, quella che al massimo fa simpatia.  Mi indica il pezzo di patata accanto a lei e mi dice: “Vedi, ho anche delle amiche fighe. Io e lei siamo come la bella e la bestia”.  La saluto normalmente, non faccio vedere nessuna bava alla bocca anche se la tipa è notevole.


Il pezzo di figa stava raccontando del tipo con cui è uscita ieri sera. Continua il racconto in mia presenza. Da come lo descrive è un coglione totale: noioso, ignorante, che dice sempre la cosa sbagliata al momento sbagliato. Sembra che sia l’ultimo di una serie di coglioni irritanti che capitano solo a lei.


Penso che non sia bello uscire con una che, per quanto figa sia, il giorno dopo ti sputtana allegramente con tutti. Penso che non sia un mostro di simpatia. Anzi che esca con te non per trombarti, ma per sputtanarti.
Una gran figa fredda che, in quanto strafiga, si permette quei comportamenti lì. La prospettiva mi irrigidisce un po’ i testicoli, sento del gelo nelle mutande, una difficoltà nascente a farmelo diventare duro.

L’eterosessuale che c’è in me la butta lì insistendo: “Dai, dai, dai, frequenta l’amica inchiavabile per avere qualche possibilità con quella super chiavabile! Dai, dai, dai!” “Zitto!” gli dico a muso duro. Gli spiego che potrebbe essere un trappolone: lei, con quel racconto ha mandato un segnale molto semplice: “Non ho ancora trovato l’uomo giusto, il prossimo potresti essere tu”. È così che si ingrossano le fila dei coglioni del giorno dopo. Infatti adesso ti sorride e tu sei preso! Continua a leggere

Strafighi che te la fanno asciugare: Gabriel Garko

Gabriel Garko

Gabriel Garko (da: citynesws-torinotoday click sull’icona per l’immagine originale)

Lo strafigo o la strafiga non sempre sono arrapanti. I canoni estetici moderni possono avere l’effetto contrario: calo del desiderio sia maschile che femminile. Lorenza Figini* con la sua brillante scrittura, contribuisce alla questione e ci racconta dell’asciugamento intimo provocato da un bellissimo come Gabriel Garko. Lo fa interpellando una “testimonial” assolutamente informata dei fatti. L’attrazione vera, invece, si accende verso altri “manzi” meno perfetti. Buona lettura!

Ora caro Gabriel Garko devi portare pazienza, ma noi donne/femmine siamo un tantino complicate per non dire giusto un zic psicotiche. L’unico modo per farti comprendere è dare la parola a LEI, la nostra parte interlocutoria per eccellenza, la selvaggia, impudica, umorale e fin troppo sincera Vagina Nostra. L’ho intervistata e sia ben chiaro che declino ogni responsabilità, io sono un essere analitico, senziente e razionale, ma LEI… beh, è LEI.

IO – buongiorno cara, già sai di cosa ti voglio parlare.

 LEI (LA VAGINA) – Ma certo, del caro Gabriel Garko!

 IO – il tuo punto di vista a riguardo?

__________

È asettico dai! E’ tutto lustro, pulito…

_________

LEI –  Ma, per essere un bel manzo è un bel manzo, lo ospiterei giusto per curiosità, ma prima vai a comprarmi un lubrificante intimo.

 IO – Ma dai!

 LEI – Senti bella: ho le mie esigenze. Tu fammi rivedere quella foto di Marlon Brando in canottiera, sudaticcio e comincio ad emettere umori che nemmeno le Niagara Falls. Pure quando era già squartato e panzone, me lo sarei fatto senza ritegno.

 IO – Mah…

LEI – Zitta che non capisci una piva di cosa mi fa ingrifare. Uno così che ti mette a pecora e magari ti ammolla anche un paio di sculacciate, è una cosa pluriorgasmica siderale… Ecco, vedi,  sto già cominciando a stillare. Continua a leggere