Le 3 cose più disgustose da baciare (classifica e consigli)

Sesso Tra Sfigati è per la naturalezza della pelle e delle parti intime che, nel baciare, non dovrebbero essere troppo coperte da make-up, saponi e profumi i quali vanno usati, sì, ASSOLUTAMENTE, ma senza esagerare, soprattutto in vista di un incontro sessuale. Il rischio è un abbassamento della libido. Vediamo la classifica aggiornata delle prime 3 posizioni partendo dalla terza. Ci sono alcune sorprese:

——————

3: DEODORANTE SPRAY AL VETIVER – Il deodorante usato soprattutto dai maschi e spruzzato abbondante sul petto con movimento circolare a distanza ravvicinata potrebbe rovinare una delle pratiche più gradite durante i preliminari: il baciare i capezzoli (compreso il girarci prima attorno per poi risalire o scendere). Può produrre nel partner: sensazione amarognola, leggera nausea, formicolio alla lingua, sgradevole sapore di profumo e sudore mischiati tra loro.

2: FONDOTINTA COPRENTE – Un classico: il prodotto di make up per uniformare la nuance del viso e coprire i presunti difetti ha alcuni effetti collaterali. I baci sulla guancia, sul viso, sulla parte mediano superiore del collo possono essere deludenti. Molti lamentano un sapore spiacevole o comunque poco erotizzante quando si va a baciare lì. Sembra quasi un modo di non voler essere toccati in viso, quando in realtà il viso è un oggetto di attenzione erotica.  Continua a leggere

Le ascelle depilate ci hanno fottuti? Instagram non ancora

Ascella volto linguino

Ascella, volto e linguino beautiful_armpits @Juliana_morgan (click sull’icona

Sesso Tra Sfigati è per  un rapporto meno insicuro verso il proprio corpo e quello degli altri. Tutto ciò serve a migliorare la sessualità. Per questo stupisce l’ossessione per le ascelle che, in certi casi diventerebbero antisesso (per esempio troppo o anche appena pelose).

(Un dettaglio non dovrebbe mai rovinare l’insieme, anzi, l’insieme dovrebbe essere valorizzato da un bel dettaglio).

A chi ha troppa paura delle ascelle facciamo queste semplici domande:

  • Avete mai fatto sesso con un’ascella? Tipo sbatterci contro una parte intima?
  • Quali posizioni sessuali prevedono l’esposizione dell’ascella?

Insomma le ascelle andrebbero trattate con buon senso. Se lì sotto hai un cespuglio allora usa il decespugliatore, altrimenti fai un po’ come ti pare che (comunque vada) ti trombo lo stesso. (Il resto dell’articolo dopo il modulo d’iscrizione):

———-

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

———

Beauty Armpits (Bellissime Ascelle)

Il profilo Instagram Beauty Armpits (27.790 followers) è uno di quelli che fanno un’opera meritevole: mette ogni tipo di ascella (depilata e non) in rapporto col volto, il corpo, le tette, eccetera. Continua a leggere

Le caviglie grosse di Ornella Muti

Caviglie grosse? Ornella Muti

Ornella Muti splendida in una scena de La Stanza del Vescovo (click sull’icona per l’immagine originale) alla faccia delle caviglie grosse

Paola Rambaldi* (autrice anche del racconto La Culona che ha avuto il record di impressioni su Google per il blog) ci ricorda La Stanza del Vescovo film dove Ornella Muti non è mai stata così bella e affascinante. Eppure qualcuno l’ha schifata per via delle caviglie grosse. Questo per Sesso Tra Sfigati è uno sbaglio, le caviglie non devono essere mai un fattore antisesso.

Però, con un colpo di scena, Ornella Muti viene snobbata in favore della propria compagna assai meno avvenente, ma provvista di leggendarie doti vaginali non del tutto specificate. Questo, per Sesso Tra Sfigati è invece assai positivo. Buona lettura!

———————

Era il 1977, ero sposata da poco al primo coniuge e di sabato lasciavamo i bambini alle suocere per andare al cinema con una coppia di amici. Adoravamo l’ultima proiezione, anche se in quel periodo fumavano  tutti come turchi ed entrare  in sala era come immergersi nelle nebbie  della Bassa.
Ricordo  che mi piacque molto La stanza del vescovo.

La giovanissima Ornella Muti, nel ruolo di Matilde, in quel film era di una bellezza mozzafiato.

C’era una scena particolarmente erotica di lei che raggiungeva l’orgasmo  cullandosi semplicemente in altalena e un’altra dove saliva in barca con un costume bianco intero trasparente. Ugo Tognazzi nel ruolo di Temistocle Orimbelli, fissandola con occhi lucidi adoranti, mormorava “Maffei, ma lo sa che in certi particolari momenti la tinca mi fa piangere? Mi commuove. Anche le tette, eh! Il culo invece mi fa ridere!»”. Continua a leggere

Far l’amore appena svegli come prima cosa?

l'amore appena svegli, tentazione

l’amore appena svegli: meglio subito o aspettare la “mediazione” del sapone e del dentifricio?

(Dedicato a tutti quelli che hanno fatto l’amore appena svegli almeno una volta)

PROBLEMA: il Risveglio non è una gara di bellezza, ma purtroppo è diventato un modo per ridicolizzare il prossimo. Il sistema è semplice: lo si immagina al mattino appena sveglio, spettinato, sporco, in disordine, senza trucco. Sarebbe la cosa più respingente e antisesso che ci sia. Invece:

  • Frase sbagliata: “dovresti vederla al mattino, appena sveglia.”
  • Frase corretta: “dovresti fartela al mattino, appena sveglia.”

Rischiamo di perdere quello che è un incredibile momento di intimità. Sesso Tra Sfigati ha raccolto alcune testimonianze. La domanda di base era: “l’amore appena svegli è sintomo di attrazione e di una vita sessuale più felice?”. Vediamolo da un  punto di vista al femminile.

—————————–

Testimonianza di Giovanna B. (pseudonimo NDR) – Che lui mi piacesse da morire all’alba, ne ho avuto conferma una mattina d’estate che mi sono svegliata presto. Lui era a pancia in giù e potevo vederlo bene. Le braccia e le gambe ognuna in una posizione diversa, come una sagoma disegnata per terra dalla scientifica.

Nella notte gli si era sollevata la maglietta e gli erano calate un po’ le mutande, potevo vedere un pezzo di schiena, il disegno delle costole e anche il solco del sedere. Non si sarebbe mai presentato in quel modo di sua volontà, ma così lo trovavo attraente, molto, come se fosse un mio giocattolo.

“Adesso ti faccio una bella sorpresa” l’idea è venuta spontanea. Dovevo sbrigarmi. Si stava agitando, biascicava. Conoscendolo, quello era il segnale che stesse per svegliarsi. Prima che succedesse dovevo aver già iniziato fargli del sesso orale alla grande.

Ero determinata, volevo farlo. Sarebbe stato un passaggio dallo zero del sonno ai 100 all’ora di un orgasmo devastante. L’idea mi eccitava, tanto che ho avuto la tentazione di masturbarmi. Solo che lui a quel punto ha detto “ciao” senza aprire gli occhi, ma come se fosse consapevole della mia presenza. Ho dovuto smetterla in fretta per dedicarmi a lui.

Per fortuna è magro come un chiodo e pesa poco. L’ho afferrato e sono riuscito a girarlo. È bastato tirare con decisione verso il basso per abbassargli del tutto le mutande. Continua a leggere

Patate che non lo fanno tirare: Kate Moss

Della serie: “Strafiga? No grazie”

Kate Moss leopardata

Kate Moss, qui un po’ intensa, un po’ Bardot, un po’ stravolta (da harpersbazaar.com click sull’icona per il link originale)

Sesso Tra Sfigati si batte per una sessualità normale e a portata di tutti, contro ogni tipo di insicurezza sul proprio aspetto fisico. Quindi è contro il concetto di “strafigo” o di “strafiga” così come ci viene propinato al giorno d’oggi. Dopo aver preso di mira Gabriel Garko, in quanto asciugatore vaginale, Sesso Tra Sfigati mette nel mirino la top model Kate Moss in quanto demolitrice di erezioni, raccogliendo il parere di un lettore:

———————

Kate Moss, adorabile Kate Moss, mi spieghi perché se al mattino mi sveglio e ce l’ho duro come il marmo, se penso a te rischio che mi passi l’erezione? Invece se penso a quella del bar sotto casa (alta 1 e 55 e normalissima) vado in bagno e in poche mosse rischio di venire?

Eppure hai quel viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi… Oddio, anche mio zio ha un viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi (se solo apparisse sulle riviste) non è questo il punto.

Tu hai quella combinazione di zigomi larghi, labbra sottili, denti piccoli, fronte spaziosa, occhi strani e sempre inespressivi. Se l’occhio vuole la sua parte, il tuo è vuoto come quello di un gabbiano che guarda il mare. Anzi, nell’occhio di un gabbiano ci si trovano molte più cose: sardine, volo, libertà, scogli, vongole.

Tu cosa lasci intravedere? Sfilate, sfilate, locali, sfilate, stilisti, noia, stravizi, shooting fotografici, yacht, sfilate, sfilate, sesso malato, Vogue, alcol. Malessere interiore, sfilate, Cosmopolitan, yacht, yacht, sfilate. Alla fine è tutto un po’ troppo noioso per avere un tiramento. Continua a leggere

Sesso Tra Sfigati può combattere la violenza sulle donne?

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, problema terribile contro cui non si fa mai abbastanza.

Sesso Tra Sfigati è un progetto di positive body (sessualità positiva) in chiave ironica il cui principio di base è: “Un dettaglio non deve mai rovinare l’insieme, ma l’insieme può essere valorizzato da un bel dettaglio” che combatte anche tutti gli stereotipi fisici dominanti (come per esempio la cultura del fotoritocco).

Sesso Tra Sfigati, dove  applicato, può aiutare ad attenuare molte forme di violenza psicologica e di molestie nei confronti delle donne e, in alcuni casi, anche di violenze fisiche. Vediamo come:

Body Shaming

Il Body Shaming è l’offesa e l’umiliazione delle persone per il loro aspetto fisico (qui la definizione su Pasionaria.it). Fenomeno social orrendo che non riguarda solo le donne. Sesso Tra Sfigati va alla scoperta di piccoli dettagli che poi si conquistano l’apprezzamento per la persona intera. È qualcosa di più evoluto rispetto a uno slogan tipo “Grasso è bello” (che va benissimo per carità) cui qualcuno potrebbe obiettare: “Sì, ma a me il grasso non piace” .

In Sesso Tra Sfigati  c’è l’educazione alla bellezza attraverso una serie di passaggi psicologici (leggi un esempio nel racconto: Le Labbra di Marika). Inoltre Sesso Tra Sfigati insegna a non cadere negli stereotipi estetici dominanti che producono discriminazione e frustrazione (per esempio la critica ironica al concetto sessista di Strafigo e Strafiga).

C’è una proposta visiva di bellezza nel profilo Instagram collegato al progetto… Non c’è bisogno di aggiungere che l’uso esteso del Sesso Tra Sfigati cancellerebbe dalla faccia della terra il Body Shaming. 

Body Shaming violemza sulle donne

Body Shaming forma di violenza sulle donne e non solo

Slut Shaming

Lo Slut Shaming (Onta della Sgualdrina, leggi su Wikipedia),  che è: “…l’atto di far sentire una donna colpevole o inferiore per determinati comportamenti o desideri sessuali che si discostino dalle aspettative di genere tradizionali o ortodosse…”.  Continua a leggere

Film porno condannato per “pubblicità ingannevole”

Latte cioccolato film porno

Latte e cioccolato o messaggio subliminale di un film porno?

Il film porno Animali in Campagna è stato condannato dall’Anti-Trust per pubblicità ingannevole*.

La trama vede la protagonista (interpretata dalla porno star Ameliè Starbruck), che, durante una gita in campagna, dopo aver bevuto bicchierone di latte si trasforma in un’appassionata delle gang bang. Gli stessi amanti della donna (una quindicina) bevono latte e subito si esibiscono in incontri con erezioni prolungate, accoppiandosi con lei, talvolta sodomizzandosi tra loro per l’eccesso di foga.

“In un primo momento si era pensato a una sponsorizzazione della Centrale del Latte. Poi abbiamo scoperto che l’azienda in questione non c’entrava” ha dichiarato un funzionario dell’Anti-Trust che ha preferito rimanere anonimo. Continua a leggere

La Bella e la Bestia (quale farsi tra le due?)

la Bella e la Bestia

La Bella o la Bestia? Quale farsi? Potrebbe essere stata scelta la B…

La Bella e la Bestia? Un lettore che mantiene l’anonimato, ci racconta di quando si è trovato a dover puntare o sulla bella (la “strafiga”) o sulla bestia (la “inattraente”). Sesso Tra Sfigati è contrario alla discriminazione fisica, ed è per una sessualità raggiungibile e adatta a tutti, quindi fa un tifo accanito per la bestia. Vediamo com’è andata a finire…

(Attenzione, questo articolo può contenere descrizioni di sesso esplicito, ma sempre improntate a una sessualità positiva e non pornografica)

SCENDO GIU’ AL BAR… e vedo un’amica che non vedevo da tempo. E’ seduta con un’altra ragazza, sexy già a vederla da lontano. La mia amica è una che molti definirebbero “inchiavabile”, quella che al massimo fa simpatia.  Mi indica il pezzo di patata accanto a lei e mi dice: “Vedi, ho anche delle amiche fighe. Io e lei siamo come la bella e la bestia”.  La saluto normalmente, non faccio vedere nessuna bava alla bocca anche se la tipa è notevole.


Il pezzo di figa stava raccontando del tipo con cui è uscita ieri sera. Continua il racconto in mia presenza. Da come lo descrive è un coglione totale: noioso, ignorante, che dice sempre la cosa sbagliata al momento sbagliato. Sembra che sia l’ultimo di una serie di coglioni irritanti che capitano solo a lei.


Penso che non sia bello uscire con una che, per quanto figa sia, il giorno dopo ti sputtana allegramente con tutti. Penso che non sia un mostro di simpatia. Anzi che esca con te non per trombarti, ma per sputtanarti.
Una gran figa fredda che, in quanto strafiga, si permette quei comportamenti lì. La prospettiva mi irrigidisce un po’ i testicoli, sento del gelo nelle mutande, una difficoltà nascente a farmelo diventare duro.

L’eterosessuale che c’è in me la butta lì insistendo: “Dai, dai, dai, frequenta l’amica inchiavabile per avere qualche possibilità con quella super chiavabile! Dai, dai, dai!” “Zitto!” gli dico a muso duro. Gli spiego che potrebbe essere un trappolone: lei, con quel racconto ha mandato un segnale molto semplice: “Non ho ancora trovato l’uomo giusto, il prossimo potresti essere tu”. È così che si ingrossano le fila dei coglioni del giorno dopo. Infatti adesso ti sorride e tu sei preso! Continua a leggere

Strafighi che te la fanno asciugare: Gabriel Garko

Gabriel Garko

Gabriel Garko (da: citynesws-torinotoday click sull’icona per l’immagine originale)

Lo strafigo o la strafiga non sempre sono arrapanti. I canoni estetici moderni possono avere l’effetto contrario: calo del desiderio sia maschile che femminile. Lorenza Figini* con la sua brillante scrittura, contribuisce alla questione e ci racconta dell’asciugamento intimo provocato da un bellissimo come Gabriel Garko. Lo fa interpellando una “testimonial” assolutamente informata dei fatti. L’attrazione vera, invece, si accende verso altri “manzi” meno perfetti. Buona lettura!

Ora caro Gabriel Garko devi portare pazienza, ma noi donne/femmine siamo un tantino complicate per non dire giusto un zic psicotiche. L’unico modo per farti comprendere è dare la parola a LEI, la nostra parte interlocutoria per eccellenza, la selvaggia, impudica, umorale e fin troppo sincera Vagina Nostra. L’ho intervistata e sia ben chiaro che declino ogni responsabilità, io sono un essere analitico, senziente e razionale, ma LEI… beh, è LEI.

IO – buongiorno cara, già sai di cosa ti voglio parlare.

 LEI (LA VAGINA) – Ma certo, del caro Gabriel Garko!

 IO – il tuo punto di vista a riguardo?

__________

È asettico dai! E’ tutto lustro, pulito…

_________

LEI –  Ma, per essere un bel manzo è un bel manzo, lo ospiterei giusto per curiosità, ma prima vai a comprarmi un lubrificante intimo.

 IO – Ma dai!

 LEI – Senti bella: ho le mie esigenze. Tu fammi rivedere quella foto di Marlon Brando in canottiera, sudaticcio e comincio ad emettere umori che nemmeno le Niagara Falls. Pure quando era già squartato e panzone, me lo sarei fatto senza ritegno.

 IO – Mah…

LEI – Zitta che non capisci una piva di cosa mi fa ingrifare. Uno così che ti mette a pecora e magari ti ammolla anche un paio di sculacciate, è una cosa pluriorgasmica siderale… Ecco, vedi,  sto già cominciando a stillare. Continua a leggere

Le labbra di Marika

Labbra sexy rossetto

la semplice osservazione anche casuale delle labbra può portare a deliri che non ti saresti mai aspettato

Un solo dettaglio (in questo caso le labbra) è in grado di avere conseguenze incendiarie.

(Attenzione, questo articolo può contenere descrizioni di sesso esplicito, ma sempre improntate a una sessualità positiva e non pornografica. Testimonianza di Simone D. per Sesso Tra Sfigati):

Se penso a Marika penso alle sue labbra. Ho anche pensato che mi stia innamorando follemente di lei… e se anche fosse?

Quella volta è andata così: mentre mi parlava, a metà di una frase, si è passata la punta della lingua sul labbro superiore, come se lo stesse assaggiando. Poi, mentre parlavo io, è rimasta a bocca semiaperta. I denti premevano sulle labbra, in quella posa molto femminile che sembra precedere chissà quale misterioso godimento. Credo avesse sete e basta.

La fantasia prevedeva che lei ricambiasse. Se fosse successo sarei svenuto per l’emozione.

______

Però è successo un fatto fondamentale: non mi ero mai reso conto di quanto fossero carnose le sue labbra. Ero distratto dal suo viso non esattamente bellissimo. Marika aveva delle belle labbra e le usava in atteggiamenti da porca come se volesse mostrare la sua mercanzia.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

La sera a letto ho iniziato a pensare a quali gioie avrebbero potuto procurami, baciandomi dappertutto. Ero arrapato da morire. Se si fosse chinata su di me, mi sarei contorto come una biscia, avrei urlato, sarei impazzito. Ho fatto l’unica cosa possibile: mi sono sfogato da solo, venendo come un pazzo. Una, due, tre volte di fila. Pensando: “un giorno lo farò tra le sue labbra”.

Che razza di passione fosse non l’avevo capito bene, ma era totale. Progetti futuri? Infilarle la lingua in bocca quando l’avessi incontrata. Prima il suo permesso, ovviamente, cui avrei risposto in un frazione di secondo. La fantasia prevedeva infatti che lei ricambiasse. Se fosse successo sarei svenuto per l’emozione.

Marika è una che ho incrociato 100 volte, con interesse prodotto in me quasi ridotto a zero. Adesso l’interesse era totalmente a 100. Qualcosa dovevo fare. Dovevo trovare il modo di restare soli, e poi provarci in qualche modo a qualsiasi costo.

Dopotutto mi ero reso conto, guardandomi bene allo specchio, che avevo le labbra carnose anch’io… (Continua)

Simone. D.

Segui il profilo Instagram SessoTraSfigati Vs Estetica:

Condividi articolo tramite i bottoni social qui sotto:

1 2 3 4