Innocenti dopo 30 anni di condanna!

Ennesimo caso di malagiustizia!

Erano state condannate in modo sommario e bollate con un marchio infamante di fronte all’opinione pubblica, senza uno straccio di prova, grazie a indizi che si sono rivelati falsi. Adesso l’accusa di essere antisesso è crollata, ma il marchio d’infamia rimane. Chi pagherà per aver creato tutto ciò?

Stiamo parlando delle ballerine, le scarpe senza tacco o con un tacco bassissimo.

Per decenni sono state accusate di essere “antisesso”, di far perdere l’erezione ai maschi.  Ma grazie alla tenacia di un pool di attivisti per i diritti sessuali, ispirati da Sesso Tra Sfigati, la verità finalmente è venuta a galla.

Nessuna scopata può saltare perché lei ha le ballerine. Questo è il dato di fatto.

ballerine scarpe, non sono antisesso

dobbiamo avere paura di queste? di un paio di ballerine?!?

Dopo una lunga controversia la Corte d’APPello di Torino ha ratificato la sentenza. L’onore delle ballerine è salvo. Durante il dibattimento sono stati portati diversi testimoni a favore. Tra questi Mario K. Beneventani studente in architettura italo irlandese: Continua a leggere

Le peggiori esperienze con strafighe

 

Problemi con strafighe: cosa avrà voluto dire ammiccando così? Soprattutto perché?

Raccogliamo un’esperienza negativa sui rapporti con Strafighe cioè con donne molto belle fisicamente, considerate di qualità superiore. Racconteremo in seguito anche la parte maschile, cioè i problemi gravissimi con gli strafighi. Secondo Sesso Tra Sfigati queste persone sono afflitte da narcisismo cronico, quindi non in grado di creare uno scambio gratificante col prossimo (come raccontato qui). 

———————————————————————————

I ricordi peggiori con strafighe mi vengono pensando a una certa Letizia, che di letizia (come stato d’animo) me ne ha portata poca. Ogni tanto capitava nel giro di persone che frequento d’estate. Un metro e 70 di patata, maggiorata naturale, occhi verdi, pelle fantastica, roba da Playboy quando la rivista era al top e metteva queste super patate nel paginone centrale.

Sorpresa, è anche simpatica, non se la tira, si interessa a me. Ogni volta che ricapita dalle mie parti si ricorda di quello che le ho detto, mi fa domande, vuol dire che mi ha ascoltato ed è sempre molto empatica, eccetera. Rimaniamo qualche volta a parlare da soli per un 10 minuti. Logico che l’ormone mi schizzi a mille, che la desideri.

Così una volta mi confida che si è appena lasciata. Accenna con tristezza al fatto che è sola, che il tipo l’aveva tradita, che con lui si annoiava pure, che non ricorda un momento felice. La ascolto a bocca aperta e mutande riscaldate. Soprattutto quando mi dice: “Tu sei un grande, tu sai capire, tu sai ascoltare” e mi butta lì “Usciamo qualche volta, ci divertiamo e dimentichiamo le cose brutte della vita”. Continua a leggere

Incontri tra gente che non si piace

incontri tra due persone

gli incontri a volte seguono regole non proprio convenzionali…

Questa testimonianza riguarda una storia di sesso tra persone che “non si piacciono”. L’attrazione non sempre si presenta alla porta, ma passa senza ritegno dalle “entrate di servizio”… Sono incontri che secondo Sesso Tra Sfigati dimostrano come la sessualità sia spesso separata dal fatto estetico (come si racconta per esempio qui). Buona lettura:

Attenzione: questo articolo contiene alcune descrizioni di sesso esplicito ma sempre improntate a una sessualità positiva e non pornografica.

Ogni tanto mi capita di dare un’occhiata alle categorie porno e mi viene da ridere: ne abbiamo fatte parecchie, di quelle che si svolgono in due. Solo che noi, nei nostri incontri, le abbiamo fatte meglio, senza fingere, senza squallore. Per esempio il cumshot non è quella roba un po’ ridicola un po’ umiliante che si fa di trequarti in favore di camera. Per noi è un’esplosione reciproca e poi… beh, non si spreca mai neanche una goccia.

A me vanno altri tipi di uomo, a lui altri tipi di donna (ne ha sposata una, gli è andata male e su questo, perdonatemi, godo).

__________

D’altronde uno che te lo infila e che ti travolge in tutti i buchi ti deve piacere per forza…

__________

Mi è stato chiesto come faccia a funzionare. Mica facile… Il vantaggio della nostra storia è che “non ci piacciamo”. O meglio: non ci sono tutte quelle cose per cui la gente “deve piacersi”. In questo siamo liberi e ci lasciamo andare. Non usiamo il galateo (sai che palle), arriviamo già spettinati. Se le lenzuola sono già macchiate è meglio e chiunque dica “che schifo” vuol dire che non ha capito niente. Continua a leggere

Quelle cosce toniche… com’è nata l’attrazione

 

coscia muscolosa uomo (cosce toniche)

Anche un po’ meno di così, sarebbe buon un inizio

Nota: un primo racconto di emozioni vissute sul genere – sempre positivo – di Sesso Tra Sfigati (cui seguiranno altri). Qui si parla di come sia importante un particolare per la conoscenza intima di una persona. A volte è sufficiente a farti impazzire, senza alcun ricorso a video porno o ad altri mezzi artificiali.

(Di Marta S.) Come ci si fa intrigare da un paio di cosce toniche? A me è successo e mi ricordo di quando abbiamo dormito assieme. Era il primo dei nostri incontri: l’ho pregato di rimanere in mutande. Mi sono quasi inventata che il pigiama non è una cosa elegante (ah, ah!).

Veramente adesso, che era un po’ mio, volevo avere a portata di mano le sue cosce toniche e muscolose, accarezzarle tutte le volte che ne avessi voglia. Entrare a mano aperta nell’interno e andare su e giù, dal ginocchio fino all’inguine.

__________

A volte basta un particolare ed è già tanta roba…

__________

Se poi si fosse eccitato, beh ero lì a disposizione.

Le ho apprezzate subitissimo le sue cosce toniche, anche se poi il resto sembrava sbagliato. Come se avesse fatto nella vita solo movimenti per il quadricipite e il resto fosse debole. Però era interessante così, ed era molto. A volte basta un particolare ed è già tanta roba…

__________

sostenevano i colpi di reni più estenuanti

__________

In automatico, guardandole, mi erano partite varie fantasie. Per fortuna era estate, stagione di calzoncini corti che mettevano in mostra la sua attrattiva principale. L’estate non mentiva, era sincera nel farmi vedere ciò che mi piaceva vedere.

Poi me l’ero immaginato mentre mi prendeva da dietro, in piedi. Mi sembrava che le sue cosce toniche fossero l’ideale, per sostenere il ritmo del sesso, per mantenere l’equilibrio, per favorire i colpi e parare i contraccolpi, nel caso fossi vicina all’orgasmo e iniziassi ad agitarmi come una pazza.

Sdraiati a cucchiaio con lui che aderiva alla mia schiena (come poi ho provato quasi subito) quelle cosce sostenevano i colpi di reni più estenuanti e difficili da reggere sia per me che per lui. Mettevano più qualità e intensità a ciò che avremmo fatto comunque.

Oramai era mio e io ero sua. Ci sarebbero stati tanti altri incontri molto caldi. Anche se a volte, tipo se lo guardo uscire dalla doccia, mi sembra sia la prima volta che vedo quelle cosce così toniche.  

STS

Condividi questo articoli coi bottoni social: