Francesca Cipriani vista da una 50enne incazzata

Francesca Cipriani

Francesca Cipriani (da: sologossip.com click sull’icona per l’immagine originale)

Lorenza Figini, autrice del fortunato Strafighi che te la fanno asciugare: Gabriel Garko questa volta ci delizia (nel suo stile sarcastico e senza vergogna) con alcune considerazioni nate guardando Francesca Cipriani, personaggio televisivo e modello hot troppo basato sulla chirurgia estetica, quindi non apprezzato da Sesso Tra Sfigati. Buona lettura (attenzione al finale).

—————–

Appartengo a quella generazione di donne che hanno marciato senza trucco e senza inganno per rivendicare diritti che solo 40 anni fa erano negati alle vaginomunite del nostro bel paese: sanità, divorzio, stato di famiglia.

Che ci crediate o meno esisteva ancora una cosa chiamata “delitto d’onore” e se venivi stuprata ti dicevano pure che se le gambe le avevi aperte eri consenziente. Ci siamo prese di tutto, legnate, sputi ed insulti (molto fantasiosi a dire il vero, l’ego maschile è un pianeta molto vasto).

Adesso siamo vecchie, menopausate, siamo troppo grasse o troppo magre, siamo rugose e non usiamo le cremine da 80 euro e quando entriamo in un ascensore non ci preoccupiamo delle eventuali goccine di urina perse. Lavatevi voi, maschi dal sudore estivo puteolente e con l’alito da discarica a ferragosto.

Continua a leggere

Patate che non lo fanno tirare: Kate Moss

Della serie: “Strafiga? No grazie”

Kate Moss leopardata

Kate Moss, qui un po’ intensa, un po’ Bardot, un po’ stravolta (da harpersbazaar.com click sull’icona per il link originale)

Sesso Tra Sfigati si batte per una sessualità normale e a portata di tutti, contro ogni tipo di insicurezza sul proprio aspetto fisico. Quindi è contro il concetto di “strafigo” o di “strafiga” così come ci viene propinato al giorno d’oggi. Dopo aver preso di mira Gabriel Garko, in quanto asciugatore vaginale, Sesso Tra Sfigati mette nel mirino la top model Kate Moss in quanto demolitrice di erezioni, raccogliendo il parere di un lettore:

———————

Kate Moss, adorabile Kate Moss, mi spieghi perché se al mattino mi sveglio e ce l’ho duro come il marmo, se penso a te rischio che mi passi l’erezione? Invece se penso a quella del bar sotto casa (alta 1 e 55 e normalissima) vado in bagno e in poche mosse rischio di venire?

Eppure hai quel viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi… Oddio, anche mio zio ha un viso unico al mondo, riconoscibile tra miliardi (se solo apparisse sulle riviste) non è questo il punto.

Tu hai quella combinazione di zigomi larghi, labbra sottili, denti piccoli, fronte spaziosa, occhi strani e sempre inespressivi. Se l’occhio vuole la sua parte, il tuo è vuoto come quello di un gabbiano che guarda il mare. Anzi, nell’occhio di un gabbiano ci si trovano molte più cose: sardine, volo, libertà, scogli, vongole.

Tu cosa lasci intravedere? Sfilate, sfilate, locali, sfilate, stilisti, noia, stravizi, shooting fotografici, yacht, sfilate, sfilate, sesso malato, Vogue, alcol. Malessere interiore, sfilate, Cosmopolitan, yacht, yacht, sfilate. Alla fine è tutto un po’ troppo noioso per avere un tiramento. Continua a leggere