TRICOFILIA un racconto di Fabrizio Borgio

Donna con gonna corta, tricofilia?

Andiamo alla ricerca di cosa c’è sotto, fosse anche Tricofilia non importa

Un bellissimo racconto di Fabrizio Borgio*, perfettamente in linea con la filosofia di Sesso Tra Sfigati.  Racconta la nascita di un’attrazione verso una donna non propriamente depilata… Bisogna dire che, in questo caso, più che di feticismo o parafilia, si tratta di estrema naturalezza. Buona lettura:

——————————————————————————————— 

Una giornata di sole gliela rivelò. Una mattina in ufficio, la luce improvvisa, quasi inaspettata di fine marzo che si allargò dalla finestra e illuminò scrivanie, raccoglitori, impiegati e impiegate. E lei.

Alessio d’improvviso si ritrovò a osservarla con la meraviglia e l’interesse di qualcuno che riscopriva un panorama che aveva sempre avuto sotto agli occhi. La discreta, silenziosa e sovente scostante collega della scrivania a fianco, la Doriana, una donna ancora giovane, non appariscente, non bella ma, specie ora, decisamente non brutta.

Una biondina slavata che si truccava troppo e vestiva senza ricercatezza, in maniera obsoleta, con golfini dai colori neutri, le gonne della nonna e spesse calze di nylon come non se ne vedevano in giro dagli anni ’80 eppure quel giorno, il sole gliela accese davanti con forza inaspettata. Alessio si piegò in basso e con la mano tastò il pavimento sotto di sé a cercare una biro che era rotolata giù e lo sguardo, in automatico, andò alle gambe.

Non era molto alta la Doriana ma le gambe erano ben disegnate, I polpacci torniti da contadina, le ginocchia rotonde. La luce faceva scintillare il nylon. Le dita di Alessio toccarono la biro e la spinsero più in là, verso il piedino della scrivania della collega; senza pensarci si alzò e chino si avvicinò a lei per recuperare la penna vagante. Fermo, un ginocchio sul pavimento si sforzava di dilatare I secondi per godere il più possibile della contemplazione che stava rubando alla produttività del giorno.

Doriana era concentrata sullo schermo del computer, impegnata a battere sulla tastiera con ticchettio irregolare. Suonò il telefono, lei si sporse per afferrare la cornetta e nel mentre accavallò le gambe e accavallandole, con quella mossa così rapida e repentina, scostò un lembo della gonna regalando ad Alessio uno scorcio inaspettato e generoso della coscia. Ipnotizzato l’uomo aguzzò lo sguardo, proteso in avanti come un cane da punta davanti alla preda e così li vide.

Peli.

Le gambe di Doriana erano tutte ricoperte da sottili peli velati dalle calze. Una peluria rada ma diffusa la zigrinava dalle cosce alle caviglie simili al tratto nervoso della matita di un disegnatore. Alessio deglutì pervaso dalla voglia inaspettata di far scorrere le proprie mani lungo quelle gambe, sentendo quei peli rizzarsi al proprio tocco esattamente come a lui qualcos’altro si stava sollevando stimolato dall’inedita, eccitante fantasia.

Infine si decise a recuperare la biro e rialzandosi, Doriana che aveva parlato al telefono per tutto quell’indefinito tempo che era intercorso dalla chiamata al recupero della penna, ruotò gli occhi scuri osservandolo di sbieco.

__________

Sono così sulle gambe, sulle braccia e la mia pelle è delicata e sensibile, tanto che non può sostenere nessun tipo di depilazione…

__________

Continua a leggere

Come fregarsene del gambaletto e vivere più felici

Calzettoni colorati

Nulla mi impedirà di trovarti attraente e di vivere assieme più felici, nessun tipo di calza…

Noi che del gambaletto ce ne freghiamo e comunque ti spogliamo… Questa potrebbe essere la dichiarazione di quelli a cui importa poco del cosiddetto “gambaletto antisesso” e che hanno trovato il modo di conviverci e di vivere più felici. 

Questo semplice indumento provocherebbe un calo enorme del desiderio, farebbe parte del triangolo della morte sessuale assieme a piede/caviglia e alle ballerine. Ovviamente Sesso Tra Sfigati disapprova tutto ciò. Alla fine di questo articolo ci saranno degli esercizi che possono aiutare a risolvere il problema e quindi a vivere più felici.

La “gambaletto fobia” colpisce con violenza soprattutto le donne. Ma anche gli uomini non ne sono immuni. Il terrore di farsi vedere in calzini magari corti è simile a quello di ruttare durante un pranzo di gala rovinando tutti i contatti sociali e le opportunità di lavoro. Così c’è la paura che la donna “si asciughi” di colpo. La mentalità giusta è un’altra. La potremmo sintetizzare nel principio:

Se mi piaci, mi piaci comunque, anche se indossi uno scafandro per le immersioni. Sotto c’è la tua pelle, ci sono le tue parti intime, e che cavolo! Una chiesa è bella anche se da un lato è coperta dalle impalcature per un restauro. Puoi entraci dentro comunque. I tesori d’arte all’interno ci sono tutti.

Qualsiasi cosa coprente può essere tolta. Nel caso del gambaletto la facilità nel toglierlo è estrema. Ciò è valido anche per ogni calzino. Continua a leggere

Le peggiori esperienze con strafighe

 

Problemi con strafighe: cosa avrà voluto dire ammiccando così? Soprattutto perché?

Raccogliamo un’esperienza negativa sui rapporti con Strafighe cioè con donne molto belle fisicamente, considerate di qualità superiore. Racconteremo in seguito anche la parte maschile, cioè i problemi gravissimi con gli strafighi. Secondo Sesso Tra Sfigati queste persone sono afflitte da narcisismo cronico, quindi non in grado di creare uno scambio gratificante col prossimo (come raccontato qui). 

———————————————————————————

I ricordi peggiori con strafighe mi vengono pensando a una certa Letizia, che di letizia (come stato d’animo) me ne ha portata poca. Ogni tanto capitava nel giro di persone che frequento d’estate. Un metro e 70 di patata, maggiorata naturale, occhi verdi, pelle fantastica, roba da Playboy quando la rivista era al top e metteva queste super patate nel paginone centrale.

Sorpresa, è anche simpatica, non se la tira, si interessa a me. Ogni volta che ricapita dalle mie parti si ricorda di quello che le ho detto, mi fa domande, vuol dire che mi ha ascoltato ed è sempre molto empatica, eccetera. Rimaniamo qualche volta a parlare da soli per un 10 minuti. Logico che l’ormone mi schizzi a mille, che la desideri.

Così una volta mi confida che si è appena lasciata. Accenna con tristezza al fatto che è sola, che il tipo l’aveva tradita, che con lui si annoiava pure, che non ricorda un momento felice. La ascolto a bocca aperta e mutande riscaldate. Soprattutto quando mi dice: “Tu sei un grande, tu sai capire, tu sai ascoltare” e mi butta lì “Usciamo qualche volta, ci divertiamo e dimentichiamo le cose brutte della vita”. Continua a leggere

Categorie Porno Certificate: il KISS POV

kiss pov

Esempio di Kiss Pov (da Porn Hub)

Sarebbe utile che le categorie porno avessero un bollino di garanzia? Un marchio di qualità? Forse sì. Sesso Tra Sfigati favorisce una sessualità naturale e a portata di tutti (leggi qui l’idea di base) quindi considera negativamente il messaggio veicolato da gran parte della pornografia: troppo distante dalla realtà sia come situazioni, che come corpi e prestazioni (leggi qui un post satirico sul porno).

Così è venuta l’idea di recensire e suggerire categorie porno che non siano rovinate dall’eccesso di finzione e di irrealtà. La prima categoria (assai di nicchia) è il KISS POV. Di cosa si tratta? Semplicemente del primo piano di labbra che mimano baci in favore di telecamera. A volte sussurrando frasi oscene o dolci (tipo: “voglio mangiarti”, “ti bacio dappertutto”).

L’effetto è eccitante da matti per la sensazione diretta di qualcuno che si sta dedicando completamente a noi che guardiamo.

Sul noto portale Porn Hub il KISS POV è marginale. Il primo video che esce dalla ricerca (dal titolo omonimo) conta 28,135 visite. Eppure si tratta di un 3 minuti e 25 secondi arrapanti da bestia. Se digitiamo per esempio MILF c’è in primo piano un video con 13 milioni di visite, dal titolo: “Matrigna MILF scopa con figliastro” già questo ti dice come si voglia andare verso fantasie dal sapore incestuoso. Continua a leggere

Narcisismo, sesso e orgasmi, trovata la relazione!

orgasmi narcisismo sesso

evidente dal grafico come il narcisismo porti a una deflazione di orgasmi

In questo interessante grafico* elaborato da Sesso Tra Sfigati, si risponde a una semplice domanda: fare sesso con narcisisti (quindi con persone molto concentrate su se stesse) incide o meno sul numero degli orgasmi?

Nel grafico potete vedere quattro linee: 1) azzurro: la percentuale di sesso in cui sia stato presente almeno un narcisista 2) rosso: la percentuale di sesso fatto in cui tutti i partecipanti avevano un ego normale* 3) verde: numero totale di orgasmi, sia maschili che femminili, espresso in milioni 4) giallo: numero totale di orgasmi simulati, sia maschili che femminili, espresso in decine di migliaia.

 NOTA: Sottocategorie come “narcisisti maligni” o “altruisti lesionisti” non fanno parte del computo. Gli orgasmi simulati maschili pur essendo meno frequenti seguono un andamento simile a quello degli orgasmi simulati femminili.

Il periodo preso in considerazione è quello che va dal 2010 al 2017. Si può chiaramente vedere come l’aumento del sesso con presenza di narcisisti provochi: un aumento degli orgasmi simulati e un calo degli orgasmi totali.

Il boom dei rapporti coi narcisisti del 2014 (anno in cui le politiche monetarie europee iniziano a vacillare) equivale a un picco verso il basso di orgasmi veri e a un record di quelli simulati. Al contrario, le vette del sesso non narcisista (2012 col 90% e 2016 col 91%) invertono automaticamente la tendenza. Continua a leggere

Luoghi ad alta energia sessuale: Monte Polo – Urbino

Monte Polo Urbino da Google Maps

Monte Polo Urbino (immagine da Google Maps)

Sesso Tra Sfigati  segnala luoghi in cui, a distanza, si percepisca un ambiente favorevole a una maggiore eccitazione o energia sessuale*. Ciò significa che in quel luogo, per un certo periodo, si farebbe meglio l’amore o lo si farebbe quando altrove non riuscirebbe. Oppure durerebbe di più. Un normalissimo rapporto potrebbe trasformarsi in un porno selvaggio.

Lo squirting sgorgherebbe a fiumi mentre altrove sarebbe stato un timido zampillo ed eiaculazioni altrimenti deboli viaggerebbero a metri di distanza.

Queste sorgenti di energia sessuale positiva erotica non sarebbero né stabili né facili da individuare. Si aprirebbero e si chiuderebbero sulla superfice terrestre, a volte a distanza di settimane, a volte di mesi. Ma in certe zone sarebbero ricorrenti.

Un luogo molto attivo in questo periodo sembrerebbe la località di Monte Polo, suggestiva frazione del comune di Urbino (PU) nella quale pare localizzato il centro dell’emissione sorgiva maialesca (ovviamente non c’è alcuna prova concreta misurabile).

Ca' Monte Polo nei pressi di di Urbino

Ca’ Monte Polo a Monte Polo – Urbino (link all’immagine)

Sesso Tra Sfigati ha percepito proprio lì una forte concentrazione di energia sessuale erotizzante diffusa nell’ambiente. Continua a leggere

Le labbra di Marika (2)

labbra rosse

l’osservazione anche casuale delle labbra può portare al delirio

Sesso Tra Sfigati sostiene che un bel dettaglio può valorizzare l’intera persona. Pubblichiamo la seconda parte della storia di un’attrazione particolare, iniziata con un paio di labbra (leggi qui la prima parte).

Buona lettura, sperando poi che facciate più attenzione nei confronti del prossimo…

(Attenzione, questo articolo può contenere descrizioni di sesso esplicito, ma sempre improntate a una sessualità positiva e non pornografica)

Non ho ancora confessato a Marika che impazzisco per le sue labbra. Sono rimasto da solo con lei 20 minuti al bar mentre aspettavamo altra gente. Il pretesto era un aperitivo ed ero arrivato in anticipo. Miracolo: era in anticipo anche lei. Mentre parlavamo, fingevo di abbassare un po’ lo sguardo come si fa quando non vuoi fissare troppo qualcuno negli occhi e la guardavo lì, dove mi interessava guardare.

Lo faceva ancora! Si è assaggiata le labbra un paio di volte con la punta della lingua, ha socchiuso alcune volte la bocca sospirando, come se qualcuno (ho pensato io lì per lì) le avesse introdotto un dito nelle parti intime. Erano modi di fare che c’erano sempre stati. Marika aveva delle labbra sexy, le metteva in mostra ogni volta senza paura e io non me n’ero mai accorto, cazzo!

__________

Ha delle belle labbra però c’è pure il resto. Se ci trovassimo tutti e due nudi, perché non approfittarne?

__________

Quella meraviglia esaltava anche la lingua, che era piccola, a punta, scattante. La immaginavo muoversi freneticamente sulle mie part intime rigonfie, dopodiché avrei anche potuto finirla lì, felice di morire in quel modo. Continua a leggere

il Romeo’s Shaming che cos’è?

Seno meme

Molestie reali o materiale per il Romeo’s Shaming?

Il Romeo’s Shaming (che potremmo tradurre con “Svergognare Romeo”) è quella pratica di mettere alla berlina i messaggi di corteggiamento ricevuti in privato, pubblicando lo screenshot sui social network, magari col nome oscurato.

In quali casi si può parlare di “Romeo’s Shaming”? Allora… occorre precisare bene e distinguere due categorie:

  1. Molestatori, maschilisti, aggressivi, violenti.
  2. Morti di figa.

Nel primo caso c’è tutta la condanna possibile, nel secondo caso si tratta di persone svantaggiate, perdenti (losers),  che spesso sono piene di desiderio, ma con un modo di fare goffo verso il corteggiamento. Sono i proletari della sessualità,

Questo, ricostruito artificialmente, è un esempio di cosa sia il Romeo’s Shaming

Condannare il Romeo’s Shaming significa giustificare le molestie sessuali? Niente affatto. E’ fondamentale distinguere i violenti dai perdenti, proprio per rendere efficace la lotta alle molestie sessuali e al maschilismo. Continua a leggere

Francesca Cipriani vista da una 50enne incazzata

Francesca Cipriani

Francesca Cipriani (da: sologossip.com click sull’icona per l’immagine originale)

Lorenza Figini, autrice del fortunato Strafighi che te la fanno asciugare: Gabriel Garko questa volta ci delizia (nel suo stile sarcastico e senza vergogna) con alcune considerazioni nate guardando Francesca Cipriani, personaggio televisivo e modello hot troppo basato sulla chirurgia estetica, quindi non apprezzato da Sesso Tra Sfigati. Buona lettura (attenzione al finale).

—————–

Appartengo a quella generazione di donne che hanno marciato senza trucco e senza inganno per rivendicare diritti che solo 40 anni fa erano negati alle vaginomunite del nostro bel paese: sanità, divorzio, stato di famiglia.

Che ci crediate o meno esisteva ancora una cosa chiamata “delitto d’onore” e se venivi stuprata ti dicevano pure che se le gambe le avevi aperte eri consenziente. Ci siamo prese di tutto, legnate, sputi ed insulti (molto fantasiosi a dire il vero, l’ego maschile è un pianeta molto vasto).

Adesso siamo vecchie, menopausate, siamo troppo grasse o troppo magre, siamo rugose e non usiamo le cremine da 80 euro e quando entriamo in un ascensore non ci preoccupiamo delle eventuali goccine di urina perse. Lavatevi voi, maschi dal sudore estivo puteolente e con l’alito da discarica a ferragosto.

Continua a leggere

La parola “Inchiavabile” cancellata dalla lingua italiana!

uomo sovrappeso ma non inchiavabile

Inchiavabile? No, no, no, le parole sono importanti!

L’Accademia della Cruusca ha deliberato la cancellazione del termine Inchiavabile dagli aggettivi della lingua italiana.* Sesso Tra Sfigati, che si batte da sempre contro il concetto sessista di inchiavabilità, esprime soddisfazione.

Diciamo che ‘Inchiavabile’ può rimanere, ma è relegato a termine offensivo, vagamente razzista, un’iperbole che tende a sminuire la dignità delle persone attraverso la negazione di una vita sessuale

Questo ha dichiarato Mario Imbarcata JR Presidente dell’Accademia, aggiungendo:

“Inchiavabile” non è qualcosa che esista nella realtà, per tre motivi principali:

  1. Ogni persona è ‘chiavabile’ tecnicamente parlando poiché può fare sesso.
  2. Tante persone cui è stata affibbiata l’etichetta di inchiavabile, fanno sesso, hanno figli, eccetera. 
  3. L’inchiavabilità può derivare solo da un impedimento fisico.

 Riguardo al terzo punto, se dico che un paziente in terapia intensiva è ‘inchiavabile’ sto solo descrivendo un dato di fatto. Una volta rimessosi in salute tornerà chiavabile.

un lucchetto col cuore: nulla è inchiavabile

nulla è inchiavabile tranne rari casi specifici

Mario Imbarcato JR si è dichiarato scettico su eventuali cause legali per essere stati definiti ‘inchiavabili’.

Continua a leggere

1 2 3 4