La Camera Di Valentina e la pornografia nell’arte: Dall’antichità a Instagram

greci-romani Pornografia

greci-romani (… la pornografia e la morte erano incredibilmente simili….)

Un altro interessante, caldo, intrigante, ma soprattutto coltissimo post di La Camera di Valentina (qui tutti gli articoli) a cura di Gea Di Bella. In questo caso, come dice il titolo, si parla di pornografia partendo da lontano… Buona lettura!

————————————————————————————————

Pòrne e l’origine della rappresentazione.

“Pòrne” (prostituta) e “graphé” (disegno). Rappresentare, scrivere, narrare le prostitute è pornografia.
La vostra Valentina è andata a studiare un po’ di greco per un dubbio scaturito dopo un normale pomeriggio passato su Instagram: Com’è che tanti pornografi si definiscono “artisti dell’eros”? 
Cercando di dare una risposta a questo quesito e dato che, come ogni arte, anche quella erotica ha origini lontane, nel tempo, V. ha dovuto viaggiare sino all’antichità.
Allacciate le cinture, si parte

I Greci e i Romani: il sesso per allontanare la morte e unirsi agli dèi

Per gli antichi greci la pornografia e la morte erano incredibilmente simili. “La morte è vuota e oscura come la donna”; ogni grotta conduceva all’Ade, anche quelle umane, senza via di fuga,. Il sesso faceva paura, per quanto soddisfacente e abituale fosse. Così, per esorcizzare la morte e il timore dell’incognito, decorarono molta dell’arte vascolare a noi arrivata con scene erotiche molto, molto spinte.

Non c’erano filtri nella pornografia greca e così ogni fantasia – od ogni incubo – era cristallizzato nelle pitture e nelle incisioni di vasi, anfore e coppe.

I romani hanno ereditato la stessa concezione, azzardando un poco più di audacia nell’ingordigia del piacere: per loro rappresentare il sesso era come segnare un contratto con un’unione divina: così come gli dèi erano atti a riti orgiastici, così erano loro: una pornografia senza scrupoli, su affreschi e mosaici, che sfidava la morte tramite la gioia erotica.

Medioevo e Rinascimento: monito morale e libertà

Può apparire inconsueto accomunare due epoche che da sempre sono paragonate come opposte, per una serie di motivi culturali e sociali. Eppure la pornografia, a distanza di secoli, le accomuna.
Il Medioevo viveva una religione non ancora condita di ipocrisia e il sesso era molto meno pudico di quanto pensassimo.

Libro del Decamerone Francia (pornografia con morale?)

Libro del Decamerone Francia (pornografia con morale?)

il Rinascimento, nel pieno di scoperte scientifiche e filosofiche, immortalava scene erotiche in composizioni studiate per omaggiare Dio – figura forse messa in discussione, ma mai abbandonata -. In due epoche ben distinte e distanti la pornografia agiva, nella sua crudezza, come monito morale: è più facile trovare la retta via osservando il demonio, che non seguendo il buon esempio.

Quando la pornografia diventa oscenità?

Succede all’incirca dopo la rivoluzione francese. Dobbiamo quindi aspettare la fine del settecento e l’inizio dell’ottocento per trovare acquerelli, incisioni e litografie che siano meramente volgari, satiriche, caricaturali e assolutamente oscene per concepire la pornografia come volgarità. Continua a leggere

Narcisismo, sesso e orgasmi, trovata la relazione!

orgasmi narcisismo sesso

evidente dal grafico come il narcisismo porti a una deflazione di orgasmi

In questo interessante grafico* elaborato da Sesso Tra Sfigati, si risponde a una semplice domanda: fare sesso con narcisisti (quindi con persone molto concentrate su se stesse) incide o meno sul numero degli orgasmi?

Nel grafico potete vedere quattro linee: 1) azzurro: la percentuale di sesso in cui sia stato presente almeno un narcisista 2) rosso: la percentuale di sesso fatto in cui tutti i partecipanti avevano un ego normale* 3) verde: numero totale di orgasmi, sia maschili che femminili, espresso in milioni 4) giallo: numero totale di orgasmi simulati, sia maschili che femminili, espresso in decine di migliaia.

 NOTA: Sottocategorie come “narcisisti maligni” o “altruisti lesionisti” non fanno parte del computo. Gli orgasmi simulati maschili pur essendo meno frequenti seguono un andamento simile a quello degli orgasmi simulati femminili.

Il periodo preso in considerazione è quello che va dal 2010 al 2017. Si può chiaramente vedere come l’aumento del sesso con presenza di narcisisti provochi: un aumento degli orgasmi simulati e un calo degli orgasmi totali.

Il boom dei rapporti coi narcisisti del 2014 (anno in cui le politiche monetarie europee iniziano a vacillare) equivale a un picco verso il basso di orgasmi veri e a un record di quelli simulati. Al contrario, le vette del sesso non narcisista (2012 col 90% e 2016 col 91%) invertono automaticamente la tendenza. Continua a leggere

Sesso Tra Sfigati può combattere la violenza sulle donne?

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, problema terribile contro cui non si fa mai abbastanza.

Sesso Tra Sfigati è un progetto di positive body (sessualità positiva) in chiave ironica il cui principio di base è: “Un dettaglio non deve mai rovinare l’insieme, ma l’insieme può essere valorizzato da un bel dettaglio” che combatte anche tutti gli stereotipi fisici dominanti (come per esempio la cultura del fotoritocco).

Sesso Tra Sfigati, dove  applicato, può aiutare ad attenuare molte forme di violenza psicologica e di molestie nei confronti delle donne e, in alcuni casi, anche di violenze fisiche. Vediamo come:

Body Shaming

Il Body Shaming è l’offesa e l’umiliazione delle persone per il loro aspetto fisico (qui la definizione su Pasionaria.it). Fenomeno social orrendo che non riguarda solo le donne. Sesso Tra Sfigati va alla scoperta di piccoli dettagli che poi si conquistano l’apprezzamento per la persona intera. È qualcosa di più evoluto rispetto a uno slogan tipo “Grasso è bello” (che va benissimo per carità) cui qualcuno potrebbe obiettare: “Sì, ma a me il grasso non piace” .

In Sesso Tra Sfigati  c’è l’educazione alla bellezza attraverso una serie di passaggi psicologici (leggi un esempio nel racconto: Le Labbra di Marika). Inoltre Sesso Tra Sfigati insegna a non cadere negli stereotipi estetici dominanti che producono discriminazione e frustrazione (per esempio la critica ironica al concetto sessista di Strafigo e Strafiga).

C’è una proposta visiva di bellezza nel profilo Instagram collegato al progetto… Non c’è bisogno di aggiungere che l’uso esteso del Sesso Tra Sfigati cancellerebbe dalla faccia della terra il Body Shaming. 

Body Shaming violemza sulle donne

Body Shaming forma di violenza sulle donne e non solo

Slut Shaming

Lo Slut Shaming (Onta della Sgualdrina, leggi su Wikipedia),  che è: “…l’atto di far sentire una donna colpevole o inferiore per determinati comportamenti o desideri sessuali che si discostino dalle aspettative di genere tradizionali o ortodosse…”.  Continua a leggere

Film porno condannato per “pubblicità ingannevole”

Latte cioccolato film porno

Latte e cioccolato o messaggio subliminale di un film porno?

Il film porno Animali in Campagna è stato condannato dall’Anti-Trust per pubblicità ingannevole*.

La trama vede la protagonista (interpretata dalla porno star Ameliè Starbruck), che, durante una gita in campagna, dopo aver bevuto bicchierone di latte si trasforma in un’appassionata delle gang bang. Gli stessi amanti della donna (una quindicina) bevono latte e subito si esibiscono in incontri con erezioni prolungate, accoppiandosi con lei, talvolta sodomizzandosi tra loro per l’eccesso di foga.

“In un primo momento si era pensato a una sponsorizzazione della Centrale del Latte. Poi abbiamo scoperto che l’azienda in questione non c’entrava” ha dichiarato un funzionario dell’Anti-Trust che ha preferito rimanere anonimo. Continua a leggere

Le “ballerine” perché devono essere “anti sesso”?

ballerine scarpe dettaglio sesso

dobbiamo avere paura di queste per il sesso? di un paio di ballerine?!?

Sfatiamo un luogo comune sul sesso!

MISTERO: uno dei grandi misteri della società occidentale è l’esistenza di parti del corpo o di indumenti che diventano anti sesso. Tra i più famigerati: i piedi, le caviglie, i gambaletti, i calzini… A questi si aggiungono le ballerine, cioè le scarpe senza tacco o con tacco bassissimo.

Il perché è quasi incomprensibile. Visto che l’antisesso si concentra tutto sulla zona delle estremità inferiori, molto lontano da pene, vagina, sedere, capezzoli, la cosiddetta zona calda (hot zone).

Ciò sembra ricadere nel Paradosso di Quarto Oggiaro (schifare tutta Milano perché ci sono periferie non belle). Invece, se vai a vedere, magari scopri un Duomo o una Galleria Vittorio Emanuele, che erano rimaste un po’ nascoste alla vista. 

COSA C’È DIETRO?

Difficile dirlo. Forse la ballerina penalizza il piede fasciandolo. Poi non farebbe risaltare la caviglia. Mortificherebbe o nasconderebbe quindi, questi aspetti importanti della femminilità. 

POI PERÒ SUCCEDE UNA COSA: non appena una donna mostra il piede e la caviglia partono subito le critiche: il piede non ha la curva giusta, la caviglia non è abbastanza fine, eccetera. Una follia. Continua a leggere

Il Fotoritocco provoca un calo dei rapporti sessuali?

Grafico: rapporti sessuali vs fotoritocco

il preoccupante rapporto tra sesso praticato e incremento del fotoritocco (fonte Sesso Tra Sfigati)

I programmi di fotoritocco, in che modo hanno inciso sulla sessualità? Hanno aumentato oppure diminuito il numero dei rapporti sessuali? L’estetica sia femminile che maschile è diventata perfetta ma, forse, anche innaturale, fredda, addirittura ammosciante.

La modifica dei pixel in post produzione, per ottenere visi e corpi perfetti ha incrementato il desiderio che porta (poi) ai rapporti sessuali? Oppure lo ha inibito? Uno studio statistico commissionato da  Sesso Tra Sfigati* sembra dare ragione alla seconda ipotesi (vedi grafico qui sopra):

Partendo dal 2001, cioè 10 anni dopo la creazione di Photoshop, fino ai nostri giorni, sono stati messi a confronto due parametri: A) La percentuale di foto ritoccate sul totale – linea azzurra. B) Il numero dei rapporti sessuali totali (espressi in bilioni) – linea arancione. Continua a leggere