Strafighi che te la fanno asciugare: Gabriel Garko

Gabriel Garko

Gabriel Garko (da: citynesws-torinotoday click sull’icona per l’immagine originale)

Lo strafigo o la strafiga non sempre sono arrapanti. I canoni estetici moderni possono avere l’effetto contrario: calo del desiderio sia maschile che femminile. Lorenza Figini* con la sua brillante scrittura, contribuisce alla questione e ci racconta dell’asciugamento intimo provocato da un bellissimo come Gabriel Garko. Lo fa interpellando una “testimonial” assolutamente informata dei fatti. L’attrazione vera, invece, si accende verso altri “manzi” meno perfetti. Buona lettura!

Ora caro Gabriel Garko devi portare pazienza, ma noi donne/femmine siamo un tantino complicate per non dire giusto un zic psicotiche. L’unico modo per farti comprendere è dare la parola a LEI, la nostra parte interlocutoria per eccellenza, la selvaggia, impudica, umorale e fin troppo sincera Vagina Nostra. L’ho intervistata e sia ben chiaro che declino ogni responsabilità, io sono un essere analitico, senziente e razionale, ma LEI… beh, è LEI.

IO – buongiorno cara, già sai di cosa ti voglio parlare.

 LEI (LA VAGINA) – Ma certo, del caro Gabriel Garko!

 IO – il tuo punto di vista a riguardo?

__________

È asettico dai! E’ tutto lustro, pulito…

_________

LEI –  Ma, per essere un bel manzo è un bel manzo, lo ospiterei giusto per curiosità, ma prima vai a comprarmi un lubrificante intimo.

 IO – Ma dai!

 LEI – Senti bella: ho le mie esigenze. Tu fammi rivedere quella foto di Marlon Brando in canottiera, sudaticcio e comincio ad emettere umori che nemmeno le Niagara Falls. Pure quando era già squartato e panzone, me lo sarei fatto senza ritegno.

 IO – Mah…

LEI – Zitta che non capisci una piva di cosa mi fa ingrifare. Uno così che ti mette a pecora e magari ti ammolla anche un paio di sculacciate, è una cosa pluriorgasmica siderale… Ecco, vedi,  sto già cominciando a stillare. Continua a leggere